Blog
 

04/03/2017 Incontro Genitori del NO Emilia Romagna - Modena Bologna Reggio


Dopo attenta valutazione con i legali Marzot e Ceserani, siamo riusciti a definire la seguente linea:
- il ricorso, per evitare un rigetto come nel caso di Trieste, verrà effettuato al momento in cui avverrà la prima esclusione.
- per ottenere l'esclusione, ed evitare anche dichiarazioni false, i genitori dovranno allegare alle richieste di...

FAQ

01.02.2017

D. Che servizi vieta ai bambini non vaccinati la legge Emiliano romagnola?

Dicono di noi


Vaccini: in Emilia Romagna 200 ricorsi in autotutela e si pensa al Tar

Un folto gruppo di genitori e famiglie in Emilia Romagna non ha "digerito" la legge con cui la Regione ha previsto l'esclusione dagli asili nido dei bambini che non hanno assolto l'obbligo vaccinale. Sono stati infatti circa 200 i ricorsi in autotutela presentati all'ente locale e ora i legali della neonata associazione Lov stanno valutando il ricorso al Tar. In Emilia Romagna, dopo decenni di convivenza relativamente tranquilla tra famiglie che decidevano di non vaccinare o vaccinare solo parzialmente i loro figli e gli enti locali, la legge regionale che ha escluso dagli asili nido i bambini da 0 a 3 anni che non hanno assolto l'obbligo vaccinale ha sollevato non poche proteste e polemiche. Un gruppo di genitori e famiglie di diverse province si è organizzato e ha dato vita a un'associazione, Lov, Liberi dall'Obbligo Vaccinale, che si è affidata a un pool di avvocati per valutare eventuali azioni legali.

«Un primo gruppo informale si è costituito nel luglio del 2016 - spiega la presidente di Lov, Ana Demian - quando poi la legge è stata approvata e pubblicata sul Bollettino Regionale allora abbiamo capito che era più utile costituire una vera e propria associazione e iniziare a valutare azioni a tutela della libertò di scelta delle famiglie». Prima del via libera alla legge, erano partite circa 200 richieste di riesame in autotutela dirette alla Regione stessa; si tratta di uno strumento che consente al cittadini di chiedere l'annullamento di un atto della pubblica amministrazione che ritiene viziato o illegittimo senza dover adire al giudice e quindi sostenere lunghi iter giudiziari. «Non abbiamo ancora avuto alcuna risposta dalla Regione - prosegue Ana Demian - e ora stiamo valutando i prossimi passi, che molto probabilmente contempleranno un ricorso al Tar a fronte delle prime esclusioni che saranno decise».

«Risulta poi ridicolo che io possa iscrivere mia figlia alla scuola materna nel corso del quarto di età senza però poterle far mettere piede alla festa di compleanno di un amichetto se per caso dovesse decidere di organizzarla dentro l'asilo nido da lui frequentato. Pare inoltre che Asl e assessorati comunichino che sono sufficienti solo 3 delle 4 vaccinazioni obbligatorie (tetano, poliomielite, epatite b) poiché la quarta (antidifterica) non è disponibile in formulazione singola. Insomma, una gran furia giustizialista immotivata e di conseguenza un gran pasticcio».

Qui per contatti https://liberidallobbligovaccinale.blogspot.it/


http://www.terranuova.it/News/Genitori-e-figli/Vaccini-in-Emilia-Romagna-200-ricorsi-in-autotutela-e-si-pensa-al-Tar